buon 6° compleanno delos

Per il 6° compleanno di #delos e per ringraziare tutte le persone che ci hanno donato il 5×1000 abbiamo pensato ad un evento speciale, molto rock e con un’anima Vicentina.
Gli amici del bar Al Barco della Cooperativa Insieme hanno accettato di ospitare delos ed il gruppo #LANDART per un aperitivo musicale a suon di alternative rock, hopes and loud desire.
Occhio agli orari dell’evento che è in programma per venerdì 20 ottobre dalle 18 alle 21.

Share

ASSURDO LUXURIA FERMATA A SOCHI


vladimir luxuria

“Ho appena ricevuto una telefonata da Vladimir Luxuria. E’ stata arrestata dalla polizia a Sochi mentre assisteva alle olimpiadi con una bandiera con la scritta in russo ‘Gay è ok’”. Lo rende noto Imma Battaglia, presidente onorario Di’ Gay Project. “L’atteggiamento degli agenti – riferisce Battaglia – è stato brutale e aggressivo. Nessuno parla inglese. Ora si trova da sola in una stanza con luci al neon sulla faccia, presumibilmente in stato di fermo. Chiediamo un intervento immediato del ministro Bonino”. Anche Flavio Romani, presidente dell’Arcigay-Associazione Lgbt italiana, conferma: “Vladimir Luxuria è stata fermata a Sochi mentre portava una bandiera arcobaleno con scritto in russo ‘è ok essere gay’”. Le autorità diplomatiche italiane dispiegate a Sochi stanno verificando ma per ora, secondo quanto appreso dall’ANSA, del fermo non risulta riscontro alle autorità consolari locali. Luxuria era a Sochi per un servizio delle Iene, con cui domani sera aveva in programma di andare a vedere una partita di hockey esponendo la bandiera rainbow. Secondo le autorità diplomatiche italiane dispiegate a Sochi, le autorità russe, in base alla convenzione di Vienna, hanno 24 ore di tempo per comunicare un eventuale fermo di un cittadino straniero, ma al momento non hanno alcun riscontro di un provvedimento del genere. 

ASSOCIAZIONI GAY: DOMANI PRESIDIO DAVANTI ALL’AMBASCIATA RUSSA – Le associazioni gay hanno indetto per domani sera, alle 20, un presidio all’ambasciata russa a Roma per chiedere l’immediato rilascio di Vladimir Luxuria, fermata oggi a Sochi. Lo annuncia il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli. “Insieme a I Mondi Diversi, Di’ Gay Project e altre associazioni del Coordinamento Roma Pride – si legge nella nota -, saremo in presidio davanti all’ambasciata russa a Roma, in via Gaeta 5, per esprimere solidarietà a Vladimir e a tutte le attiviste e attivisti e alla comunità lesbica, gay, bisessuale e trans russa che vedono tutti i giorni calpestati i loro diritti la loro dignità e messa continuamente in pericolo la propria sicurezza personale. Gli impegni di Putin e del governo russo sul rispetto delle persone lgbt e della libertà di espressione rimangono parole vuote di significato”.

Share

giornata mondiale per i diritti umani 2013

Oggi 10 dicembre ricorre la giornata mondiale per i diritti umani, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare l’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, approvata il 10 dicembre 1948.

Nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani,per la prima volta nella storia dell’umanità, veniva infatti prodotto un documento che riguardasse tutte le persone del mondo, senza distinzioni di alcun tipo e tali diritti erano propri dell’individuo per la sola ragione di essere al mondo.diritti umani3

Anche grazie ai concetti espressi nel documento, l’Europa promosse il 4 novembre del 1950 la Convenzione Europea dei diritti umani e delle libertà fondamentali (Cedu).

Quest’ultima rappresenta un ulteriore passo in avanti per i diritti umani, in quanto legalmente vincolante, e ha portato alla creazione, nel 1959, della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo che ha come obiettivo principale il rispetto dei diritti sanciti dalla stessa Cedu.

Anche se il frutto del lavoro di questi organi mondiali ci sembra impercettibile nella nostra realtà quiotidiana, non dobbiamo sottovalutarne l’importanza, nei passi da gigante fatti in Europa e in molti paesi dell’occidente è stato essenziale l’apporto di queste istituzioni.

ilga mappa 2012

Molte persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali di tutte le età e tutte le regioni del mondo sono vittime di violenza fisica motivata dall’odio. Molte persone soffrono discriminazione sul posto di lavoro, nelle scuole e nelle strutture sanitarie, come anche nelle loro stesse famiglie che spesso le maltrattano e le ripudiano. In almeno settantasei paesi del mondo, avere un/una partner del proprio sesso è considerato un reato.

Nonstante ciò si può rilevare che negli ultimi anni, molti Stati hanno compiuto sforzi per rinforzare la protezione dei diritti umani delle persone LGBT. Sono state promulgate molte nuove leggi, come quelle che vietano la discriminazione, che condannano l’omotransfobia, riconoscono giuridicamente le relazioni tra persone dello stesso sesso e facilitano l’emissione di documenti ufficiali per le persone transessuali in accordo al genere cui sentono di appartenere.

DELOS vuole affermare che il sentimento che resta nei nostri cuori dopo questa giornata è ricco di soddisfazione per il percorso già fatto, indignazione per le ingiustizie ancora esistenti e speranza per il futuro che un passo alla volta stiamo conquistando.

UN FUTURO PIU’ GIUSTO CON I DIRITTI CHE

 

MERITIAMO IN QUANTO ESSERI UMANI 

 

.

ilga mappa 2012

Share