Vincitori e vinti

Sabato 17 novembre, alle 16, al Museo naturalistico archeologico, in contra’ Santa Corona 4, inaugura la mostra di sculture dell’artista Antonio Taschini “Vincitori e vinti”.
Le installazioni dell’artista romano dialogano con i reperti antichi del museo e lanciano un grido di condanna per le ferite insanabili inferte dai conflitti di tutti i tempi, sui vincitori e sui vinti. Uno sguardo particolare è rivolto alle donne, private degli affetti, se non bottino di guerra.
L’esposizione, a cura di Domenico Iaracà, è parte del progetto Latente>Diffusa  e rientra nell’ampio catalogo di eventi comunali organizzati in occasione del 25 novembre 2018, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne , e resterà aperta al pubblico 
fino a domenica 3 febbraio 2019.
Ingresso: libero.
Info: https://www.facebook.com/latentediffusa/
Al termine dell’inaugurazione ci sarà una Visita Guidata al museo grazie alla Guida professionista Matteo Costa.

Latente>Diffusa
mostra per la Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne 2018

 

Share

delos summer dinner 2018

Non mancare alla cena di chiusura della stagione prima della pausa estiva. Amic*, ricco buffet e tanta simpatia sono la formula per una serata in puro stile #delos.
L’evento è aperto a tutte le persone che hanno voglia di partecipare. Il contributo è richiesto per la copertura dei costi organizzativi. Grazie anticipate ai partecipanti (anche a coloro i quali saranno presenti solo con il cuore).
PS: #delos torna dopo l’estate… ma rimanete vispi ed attenti per le extra date a sorpresa 😉

Share

Universitrans

Divulghiamo volentieri il comunicato stampa ricevuto su questo interessante progetto.

Universitrans è il primo progetto nazionale di analisi e di mappatura digitale degli atenei pubblici italiani che offrono la Carriera Alias, ideato e realizzato da tre professioniste specializzate in diversi settori (design, ingegneria, comunicazione ed economia).

La ricerca, iniziata nel mese di ottobre 2017, ha visto la partecipazione dei CUG (Comitati Unici di Garanzia) di tutte le 67 università statali, il sostegno dell’O.N.I.G. (Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere) e del MIT (Movimento Identità Trans), così come l’appoggio della Conferenza Nazionale degli Organismi di Parità delle Università Italiane e del CUN (Consiglio Universitario Nazionale), e il patrocinio del Comune di Bologna. Grazie alla creazione di questo collaborativo e sinergico network nazionale, UniversiTrans è divenuto un progetto di enorme rilevanza pubblica

La Carriera Alias è uno strumento che sopperisce a una lacuna giuridica che perdura da 30 anni. In Italia la legge 164/1982 ha obbligato alla riassegnazione chirurgica del sesso (RCS) chiunque intenda richiedere la modifica dei propri dati anagrafici. La recente sentenza della Corte di Cassazione n. 15138/2015 e della Corte Costituzionale n. 221, i tribunali italiani hanno iniziato a concedere la rettificazione di sesso anagrafico anche senza RCS. Nonostante ciò, il tempo che intercorre tra la richiesta di modifica dei dati anagrafici e il raggiungimento di tale istanza va dagli 1 ai 3 anni. Questo tempo può essere dunque sufficientemente lungo da inibire la decisione di una/un giovane di iscriversi all’università e/o di continuare gli studi, così come da impedire a una lavoratrice/un lavoratore di prestare la propria opera in un ambiente che non tutela il benessere e l’incolumità delle/dei propri dipendenti.

Universitrans si inserisce in tale contesto divenendo il primo studio concernente la discriminazione delle persone trans negli atenei e gli strumenti da questi ultimi adottati per combatterla.

Continua a leggere Universitrans

Share